top arrow
bottone-mobile

CLAUDIO RIVA

Print & Web Design

>

>

Il Web Design al tempo della crisi

Il Web Design al tempo della crisi

Scritto da: -

Il web design al tempo della crisi - Immagine

Spesso in palestra, come capita a tanti, passo più tempo a chiacchierare del più e del meno, tralasciando quello che potrebbe essere il mio allenamento consueto, ma la cosa curiosa è che, più di una volta, mi sia capitato di parlare del mio lavoro con diversi imprenditori, che come me cercano di buttare giù qualche chilo. Vi riporto di seguito un piccolo aneddoto, successo qualche giorno fa, che penso sia significativo per capire in quale ambiente lavoro e quali sono i soliti pregiudizi da sfatare.

Inizio a chiacchierare con un proprietario di un ristorante, e, tra una cosa e l’altra, mi tocca spiegargli nel dettaglio quello che faccio, gli dico in breve che sono un grafico pubblicitario, che mi occupo di cataloghi e che faccio anche siti internet e, nel momento esatto in cui arrivo a parlare di Web, lui inizia a scuotere la testa come se avessi parlato male di sua moglie. Figuriamoci!

Inizio a indagare e, tra una chestpress e una serie di addominali che bruciano da matti, scopro che l'imprenditore ha da poco fatto fare un sito internet a una “tipografia”! Per noi professionisti del web è come chiedere ad un elettrauto di sistemare la carrozzeria dell’auto, entrambi lavorano con la macchina ma son due mondi differenti. Lo stesso discorso vale, per esempio, per la stampa e per il web, entrambi trattano di pubblicità e comunicazione ma son settori completamente diversi!

Immaginando cos'altro mi dirà il povero imprenditore, lo anticipo e gli chiedo come sia venuto il sito, lui mi risponde crucciato: “Ma si è bello, però i miei clienti non lo vedono su google e sul telefono mi dà qualche problemino”. Incuriosito prendo subito il telefono e controllo il sito: un classico tema Wordpress o Joomla, comprato a poco e venduto a 500,00 euro con la solita illusione di poter da casa personalizzare il proprio sito, risparmiando sugli aggiornamenti.

Nulla di sbagliato in tutto ciò, sia chiaro, ma è bene specificare al cliente che costruire e gestire un sito in determinati modi non sempre porta a risultati efficaci.

Il sito "indagato" è pure responsive, si adatta quindi a tablet e telefonini, ma un conto è creare qualcosa di personalizzato e professionale, con testi e foto di qualità, un altro è usare un template con dei box pre-realizzati, metterci dentro delle foto del ristorante fatte con la fotocamera dell'iPhone 4 e per ultima cosa inserire qualche testo approssimativo...una strada questa che potrebbe apparire semplice, pratica e a basso costo.. ma di scarsa efficacia!

Inizio a spiegare al ristoratore che un sito ha bisogno di uno studio approfondito, di una grafica studiata su misura in base alle esigenze specifiche dell’attività e soprattutto l'ottimizzazione SEO (acronimo di Search Engine Optimization ovvero l’insieme delle attività che consentono a un sito web di essere facilmente reperibile nei motori di ricerca), poca importa avere un bel sito se poi nessuno, cercando, trova la tua attività su google!!

Il ristoratore è spazientito: oramai ha speso i soldi e pretende che l’artefice del sito lo sistemi in modo “che si veda”. Non vado oltre, prendo il mio asciugamano e mi dirigo verso lo spogliatoio, quando, inaspettatamente, lo sventurato mi ferma e mi chiede il mio biglietto da visita per contattarmi per una consulenza.

Ci sono molti modi per pubblicizzare la propria attività e vendere i propri servizi, il tutto al prezzo adeguato. Questo non vuol dire essere cari, ma pagare per un servizio che si ha richiesto.

Aggiornare da se il sito è sicuramente uno strumento valido per venire in contro ad alcune esigenze dei clienti (e-commerce ad es.) ma se non si ha tempo da dedicare il fai-da-te può essere un’arma a doppio taglio.

Fare un sito internet e poi non far nulla per mantenerlo è come andare davanti all’altare e nel momento del Si o del No … non si risponde niente!

Il mio intento con questo articolo non è screditare il lavoro altrui per far risaltare il mio. Il web non è una scienza esatta, nessuno può garantire primi posti o e-commerce pieni di vendite, chi lo fa è scorretto e disonesto. Il cliente va seguito passo dopo passo per far fronte anche ai suoi problemi e alla condizione economica attuale del nostro paese.

Con questo blog e con i futuri post voglio offrire una panoramica di situazioni tipo in cui io e i miei colleghi ci imbattiamo, e in situazioni in cui anche alcuni clienti possono imbattersi, loro malgrado, sia per loro scarsa conoscenza sia per l'attitudine esasperata al fai da te.

comments powered by Disqus

RICHIEDI UN PREVENTIVO O UNA CONSULENZA GRATUITA
Insieme pianificheremo il tuo progetto, per stimare tempi e costi lavorativi.

CONTATTAMI